Aperti

Dal Lun – Ven

8:30-12:30/15:30-19:30

 

Sabato

8:30-12:30

 

Chiama ora

010.38.27.88

Misurazione pressione arteriosa

Descrizione del servizio:

In farmacia è possibile effettuare la misurazione della pressione. L’ipertensione è un fattore di rischio importante per l’insorgenza delle malattiecardiovascolari, rischio che aumenta con l’età. Il controllo regolare della pressione arteriosa, accanto a stili di vita salutari, sono un efficace strumento per contrastare le malattie cardiovascolari e tutelare la salute del nostro cuore.

Consigli pratici per una corretta misurazione della pressione:

  • Prima di effettuare il controllo rimanere seduti e rilassati per 5 minuti circa, in un luogo adeguato, silenzioso e con una temperatura confortevole, senza indumenti stretti intorno al braccio su cui verrà effettuata la misurazione.
  • La misurazione va effettuata in posizione seduta con il braccio appoggiato ad un piano orizzontale all’altezza del cuore, rimanendo tranquilli, senza parlare.
  • È consigliabile attendere almeno 1 ora dopo aver assunto cibi, caffè o tè, dopo uno sforzo fisico moderato-intenso o dopo aver fumato.

Che cos’è la pressione arteriosa e quando è troppo alta?

La pressione arteriosa è la forza con la quale il cuore spinge il sangue nel nostro sistema arterioso. La pressione sistolica (o massima) è misurata nelle arterie mentre il cuore si contrae; la pressione diastolica (o minima) è

misurata nelle arterie mentre il cuore si rilassa. La pressione si misura in millimetri di mercurio (mmHg).

Se si escludeno situazioni particolari come il diabete mellito (in cui i valori della pressione devono essere mantenuti più bassi) o come l’età avanzata (in cui sono accettabili valori più alti), la diagnosi di ipertensione si ha quando il medico riscontra la pressione sistolica maggiore o uguale a 140 mmHg o la pressione diastolica maggiore o uguale a 90 mmHg e la riscontra così per più di una volta.

Trovare un giorno la pressione alta, infatti, non vuol dire essere ipertesi: la misurazione va ripetuta in quanto la pressione del sangue cambia con le emozioni, si alza durante la digestione, con il freddo intenso ed anche dopo essere rimasti a lungo in una sala d’attesa.

Secondo le ultime linee guida europee, i medici dovrebbero misurare la pressione ai propri pazienti adulti almeno una volta ogni 5 anni e con controlli più ravvicinati, ad esempio una volta all’anno, nel caso in cui il valore venga riscontrato “al limite”.

Esistono, infatti, almeno due situazioni nelle quali il medico può essere in dubbio nel formulare la diagnosi, ovvero l’ipertensione “da camice bianco” (quando la pressione si alza solamente di fronte al medico che la misura) e l’ipertensione “mascherata” (quando, all’opposto, la pressione dal medico è sempre normale, ma si alza in altri momenti della giornata); in questi casi il medico potrebbe richiedere delle ulteriori misurazioni in un ambiente protetto, come la casa e la Farmacia, e di compilare un diario per aiutarlo nella diagnosi.

L’ipertensione, cioè la “pressione alta”, è un problema che affligge circa il 30% degli italiani ed è tra le malattie più frequentemente diagnosticate e curate nell’ambulatorio del medico di famiglia.

Se non ci si accorge di avere la pressione alta e non la si cura, nel corso degli anni, questa può arrecare dei danni ai vasi sanguigni e agli organi come cuore, reni, cervello e portare quindi a sviluppare malattie gravissime come l’infarto, l’ictus o l’insufficienza renale.

Quando misurare la pressione?

La pressione arteriosa è un importante indicatore della nostra condizione di salute. Il monitoraggio è considerato un controllo di routine. Questo, infatti, abbinato a una visita medica, permette di verificare che i valori, della massima e della minima, siano nella norma. Ma soprattutto, constata che la pressione arteriosa non sia oltre i limiti.

Quali sono i principali sintomi dell’ipertensione?

Tenendo presente che spesso l’ipertensione può rimanere silente e che quindi è consigliabile un suo controllo periodico i principali sintomi che la caratterizzano sono:

  • Mal di testa, specie al mattino.
  • Stordimento e vertigini.
  • Ronzii nelle orecchie (acufeni, tinniti)
  • Alterazioni della vista (visione nera, o presenza di puntini luminosi davanti agli occhi)
  • Perdite di sangue dal naso (epistassi)

Il momento migliore per misurare la pressione arteriosa è nei momenti che si è più tranquilli e rilassati. Nello specifico, al mattino appena svegli o la sera, poco prima di cenare.

5 consigli per mantenere una giusta pressione arteriosa

  • Fare regolarmente attività fisica (almeno 30 minuti al giorno di camminata veloce).
  • Ridurre il consumo di bevande alcoliche e smettere di fumare.
  • Aumentare l’apporto di frutta e verdura, riducendo quello di cibi grassi.
  • Dimagrire fino a raggiungere il proprio peso forma e mantenere un giro vita inferiore a 102 cm per gli uomini e inferiore a 88 cm per le donne.
  • Ridurre il consumo di sale (non assumerne più di 5 grammi al giorno)

Disponibilità

Servizio attualmente disponibile in Sede.

Vuoi più informazioni?

Aperti

Dal Lun – Ven

Dalle 8:30-12:30/15:30 – 19:30

Sabato

Dalle 8:30-12:30

Chiama ora